Con il green manager, il rispetto dell’ambiente diventa profittevole.

Un numero in costante aumento di persone dotate di buoni strumenti culturali e di buona economia, sceglie di rispettare l’ecosistema anche quando acquista beni o servizi.

E’ un numero in costante crescita sia in mercati nuovi come la Cina, sia in mercati maturi come Stati Uniti o Europa, Italia compresa.
Per questo esteso gruppo sociale salvaguardare l’ambiente e difendere la propria salute, è un must.

Ogni azienda, produttrice di beni o servizi, può trovare un mercato fiorente se riposiziona produzione e atteggiamenti in quest’ottica.

Il green manager si occupa esattamente di questo. Di riposizionare l’azienda e i suoi prodotti in un mercato attivo oggi, e con un indubitabile futuro. Probabilmente, l’unico possibile.

Ecco in breve le più importanti leve adottate dal green manager per attuare un riposizionamento strategico green oriented:
Lca (life cycle assessment). Eco-progettazione. Marketing verde. Avvio produzione verde. Commercializzazione. Brand reputation.

Per saperne di più, visita le pagine del menù.